fbpx

Il 27 aprile 2021 alle ore 20.30, in diretta sulla pagina Facebook Fondazione Adventum, il cast dello spettacolo teatrale “Niente per niente. Storie sospese tra il sovraindebitamento e l’usura”, si ritrovano insieme a Franco Evangelisti, presidente della Fondazione Adventum, per parlare dello spettacolo e dei temi che tratta.

Niente per niente” è un viaggio teatrale e una riflessione viva su un tema di scottante attualità, che viene storicamente da lontano e che oggi assume caratteristiche e modalità sempre più pervasive e subdole.

Attraverso le storie emblematiche di personaggi, tratte dalla realtà di testimonianze e inchieste, si snoda un percorso emotivo e avvincente che coinvolge e fa riflettere, oltre ad essere una guida per una consapevole gestione del denaro. Un monito pulsante ad essere attenti alla trappola dell’usura, che si approfitta della vulnerabilità emotiva e psicologica delle persone in difficoltà, ma anche una spinta al coraggio di chiedere aiuto alle istituzioni quando il problema diventa insormontabile e pericoloso.

Il progetto è stato promosso dalla Fondazione Adventum e dall’Ambulatorio Antiusura e finanziato dall’8xmille della Chiesa Cristiana Avventista.

La prima rappresentazione è stata il 27 Aprile 2015 presso la Sala Umberto a Roma.

Successivamente sono state coinvolte le scuole medie superiori con la messa in scena negli auditorium e nei teatri delle scuole stesse. È partito anche un tour delle scuole romane con 10 repliche.

Lo spettacolo, scritto da Francesco Randazzo e diretto da Giusi Cataldo. Nel cast Giusi Cataldo, Alessio Di Clemente, Francesco Meoni e Rosanna Veracierta.

Usura e pandemia

Durante il lockdown ma, più in generale, in questo periodo in cui il virus strozza la società e l’economia, l’usura è l’unico reato in aumento esponenziale. Tanti commercianti e tante famiglie che soffrono serie difficoltà, nel momento in cui trovano chiuse le porte delle banche, sono costretti ad aprire le proprie, di porte, agli usurai. E i malviventi fanno presto, con interessi anche del 50%, ad impossessarsi dei beni residui, della vita e della dignità delle persone.

La difficile contingenza economica e la mancanza di una cultura sull’uso responsabile del denaro hanno determinato una crescita esponenziale del fenomeno in tutto il Paese. A cadere tra le mani degli usurai sempre più spesso sono artigiani, commercianti, imprenditori, nuclei famigliari per un problema di cui si parla poco e su cui si accendono i riflettori solo quando la cronaca nera se ne occupa, per omicidi, suicidi o violenze ai danni delle vittime.

L’educazione ad un uso responsabile del denaro rappresenta un primo significativo obiettivo da perseguire con attività specifiche di sensibilizzazione ed alfabetizzazione, promuovendo una coscienza sociale che aiuti a comprendere le cause del problema e ad arginarlo. A cominciare dalle giovani generazioni.

Diretta Facebook con il cast al completo.

Torneremo a parlare di questi temi in occasione del sesto anniversario dal debutto dello spettacolo.

L’appuntamento è per martedì 27 aprile alle ore 20.30, in diretta sulla pagina Facebook Fondazione Adventum e sul circuito nazionale di RVS (Fm e Streaming), con la regista e attrice Giusi Cataldo e il cast al completo: Alessio Di Clemente, Francesco Meoni e Rosanna Veracierta.

Condividi